L’ Amore Universale

L’ Amore Universale

L’Amore Universale

Shreya, verso il Bene più elevato

L’Amore ha una forma di Luce, sa donarsi e sa far vibrare l’Animo umano. Esiste sempre è apertamente disponibile, l’Universo lo riversa a coloro che chiedono e domandano. Siamo Noi a percepirlo con intermittenza in modo non continuativo quando ci separiamo dalla Sorgente Divina.
E’ sempre lì. I nostri occhi vivono nell’illusione vivono al di qua del velo, dove la realtà appare “com’è”, invece di vedere oltre, in una visione dove la distanza, il tempo e la profondità sono variabili completamente diverse.
Sono altre dimensioni. Sempre accessibili.
Accessibili a coloro che ricercano e compiono lo sforzo personale di andar oltre questa apparente verità sulla realtà e sulla vita.
L’Amore Universale è Amore ad ogni esser umano, ad ogni essere vivente, hanno libero accesso le persone che ricercano la verità e la professano.
La Sorgente è denominata in maniera dissimile a seconda della religione, ma è uguale per tutti, nel momento in cui ci si riconnette al Divino, la nostra scintilla Divina interiore si risveglia e il velo dell’inconsapevolezza si dissolve.
Appare una maggiore chiarezza, si percepisce come un Tutt’UNO con l’intero Universo. La Fiducia diventa la lanterna nei momenti e nei luoghi bui dell’anima, come un salvagente nell’oceano mosso dal vento. Il dubbio appartiene alla mente, non al sentire del cuore.
Bisogna imparare a discernere il sentire del cuore dal ronzio incessante della mente, con le sue leggi dell’attaccamento e dell’Ego. L’Ego limita, rallenta e confonde. L’attaccamento e gli attaccamenti rallentano il proprio cammino si pongono come ostacoli, come pesanti sassi alla realizzazione di sé. Spostano dallo Scopo della vita e spesso fanno virare dal sentiero del proprio cammino, rendendolo più lungo e apparentemente più semplice.
Esiste una visione della vita basata sulla materialità, dove l’accumulo delle ricchezze personali fa percepire “al sicuro” ed appagati. Le comodità e gli agi, sono dei grandi ingannatori dei sensi.
Lo Spirito, in questo tempo evolutivo, non si accontenta degli oggetti, non si quieta con nulla, se non con la Luce. Un’altra visione si realizza con la possibilità di aprire la propria materialità nella condivisone con gli altri. Amma, il mio maestro spirituale, dice “Quando compiamo per gli altri con compassione avremo gioia”. Si può sperimentare ogni giorno con grande semplicità, un esempio mi sovviene quando sorridiamo all’altro, quando siete al lavoro, quando rientrate a casa alla sera, al supermercato o dovunque vogliate donare atti di gioia.
Posso fornire un abbraccio, dare informazioni, sostenere nel bisogno, posso fare volontariato o una donazione, posso regalare oggetti indumenti e lasciare circolare i beni, posso aver rispetto del Pianeta e delle sue risorse in tanti e numerosi gesti quotidiani. Apritevi all’atro e beneficiate dell’esperienza Divina.
Tutto ciò che avviene avviene per un’esperienza non casuale, anche se a volte vi pare diversamente. I segnali non ingannano, basta decifrarli.
Rimanete fiduciosi fratelli, si arriva ad un punto dove tutto ha senso e il vostro puzzle acquisterà Luce e consapevolezza.

Om Namah Shivaya

  1. Amore universale
  2. consapevolezza
  3. L'Amore non ha forma
  4. L'Universo non si separa da noi
  5. La Sorgente Divina
  6. Le altre dimensioni
  7. Luce
  8. oltre l'ego
  9. ricerca di sè
  10. Tutt'Uno
  11. Uno