Quanta strada, quanto lavoro, quante storie, quanta sofferenza ma allo stesso tempo quanta luce, tutto scritto, tutto rivissuto e snocciolato attraverso le nostre sedute, quante volte mi sono voluta bene lì seduta davanti a Lei.
Grazie a Lei per avermi guidata e grazie a Lei perché sono certa che lo farà ancora, come un maestro con il suo allievo.

Anna Bonvicini